fbpx

Metaverso: un’opportunità per lo smart working

Secondo gli esperti delle risorse umane, la chiave del successo con i nuovi piani di lavoro ibridi è la sperimentazione. I manager dovrebbero essere disposti ad abbandonare le politiche che non funzionano e provare qualcosa di nuovo, in particolare quando ci sono alcune persone che lavorano in presenza e altre da remoto. Ciò potrebbe includere la creazione di un ufficio virtuale nel metaverso.

Il team di Virbela, formato da 180 persone, ha testato sulla sua pelle questo servizio operando al 100% nel mondo virtuale. Ci sono uffici, piccole sale riunioni, un grande auditorium, uno spazio sul tetto e un bar. Il team lavora dislocato su sei piani e c’è un piano aperto al pubblico dove chiunque può entrare.

virbela

Virbela è un’azienda tecnologica immersiva che fornisce soluzioni virtuali per lavoro, apprendimento ed eventi a distanza. Il suo CEO e fondatore, Alex Howland, ha affermato che i dipendenti utilizzano la piattaforma in vari modi. “Alcuni membri del team si siedono nei loro uffici virtuali in modo che le persone possano entrare, mentre altri chiudono la porta”, ha affermato. “Cerchiamo di creare opportunità anche per una maggiore interazione sociale, quindi non è solo lavoro”.

Le aziende stanno iniziando a prestare maggiore attenzione ai loro dipendenti. La creazione di un luogo utilizzabile sia dai dipendenti in remoto che di persona potrebbe ridurre il rischio di creare una sensazione di esclusione per coloro che lavorano da casa. Howland ha affermato che un ambiente virtuale può anche aiutare le aziende con uffici in più sedi a creare un hub accessibile a tutti i dipendenti.

“Con questo approccio, tutti sono sullo stesso piano e tutti hanno accesso alla leadership”, ha affermato. Inoltre, lavorare in un ufficio virtuale evita la fatica associata alle videoconferenze dove si è tutti insieme in una stanza.

Da dove è nata questa idea?

Nel 2012, l’obiettivo iniziale dell’azienda era la formazione manageriale per studenti laureati. Howland ha un dottorato in psicologia comportamentale e organizzativa. Una volta capito che la formazione virtuale può essere efficace quanto l’istruzione di persona, ha ampliato il focus della piattaforma. 

Ha affermato che la società ha aggiunto circa 300 nuovi clienti dall’inizio della pandemia e che c’è stato anche un notevole interesse internazionale. 

Secondo Scott Likens, esperto di nuove tecnologie in PwC, i maggiori ostacoli all’adozione più diffusa della realtà virtuale sul posto di lavoro sono l’idea che questa tecnologia sia solo per i giochi e la paura che sia difficile da implementare.

Likens vede due percorsi per la realtà virtuale al lavoro: una formazione completamente virtuale che può essere svolta da casa e un’esperienza più collaborativa che coinvolge più persone ed elementi fisici oltre che virtuali.

Un esempio di tale approccio misto è una conferenza o un evento dal vivo con partecipanti di persona, nonché una telecamera a 360 gradi o altri elementi che potrebbero estendere la realtà dello stare nella stanza per le persone che guardano online.

“Non siamo ancora giunti ad una conclusione, abbiamo solo il mondo puramente simulato”, ha detto. “Il mondo aumentato è ancora in via di realizzazione.”

Dal lavoro da remoto ad un ufficio virtuale

eXp Realty lavora completamente da remoto fin da quando è stata fondata nel 2009. Ed è stata una dei primi clienti di Virbela.

La società immobiliare residenziale non ha uffici fisici. Infatti, lavorano in un “campus basato sul cloud”, facendo di tutto, dal reclutamento di agenti allo svolgimento delle riunioni del consiglio in un ufficio virtuale costruito da Virbela. Attualmente l’azienda ha quasi 60.000 agenti in 17 paesi.

exp realty - un esempio di incontro degli agenti nel metaverso

Jason Gesing, CEO di eXp Realty, ha affermato che imparare a usare eXp World è un po’ come imparare a sciare. “Fai quattro o cinque corse attraverso il campus e all’improvviso ti muovi con facilità, determinazione e un ritrovato senso di libertà e appartenenza senza doverti preoccupare che qualcuno ti rubi il pranzo dal frigorifero”, ha detto.

Gesing ha affermato che le conversazioni in corridoio e in sala da pranzo fanno parte del mondo virtuale tanto quanto lo sono nell’ufficio fisico. “Tenere il microfono aperto negli spazi pubblici è fondamentale in modo da poter avviare una conversazione con gli altri colleghi/avatar”, ha detto.

Inoltre, afferma che la capacità di sedersi ad un tavolo virtuale e sentirsi effettivamente nella stessa stanza con i colleghi è unica. “Con altre piattaforme e soluzioni di videoconferenza, è facile distrarsi con la telecamera, ricordare di sorridere, stare seduti in posizione eretta e molte idee e pensieri si perdono nel processo”, ha affermato.

Secondo Gesing, ospitare i vertici aziendali annuali nell’ambiente virtuale di Virbela ha consentito agli agenti di partecipare da tutto il mondo, incontrarsi con i colleghi, camminare per la fiera virtuale e partecipare alle riunioni.

“Continuiamo ad organizzare feste di compleanno, concerti, gare di motoscafo e baby shower in eXp World, oltre alle quasi 100 ore di sessioni di allenamento dal vivo”, ha affermato.

Gesing ha detto infine che la sua azienda ha utilizzato l’impostazione dell’ufficio virtuale per evitare licenziamenti di personale in diverse aree geografiche, creare una cultura forte e rinnovare il panorama dei compensi del settore immobiliare.

Costruire un ambiente virtuale

Virbela ha una versione web del suo software o un software scaricabile per un’esperienza più coinvolgente.

“La maggior parte dei nostri clienti utilizza il nostro campus pronto all’uso per principianti e mettono il proprio marchio ovunque in modo che sembri il loro spazio”, ha affermato Howland.

Il front-end di Virbela è sulla piattaforma Unity e il back-end è in Java Script. Howard ha detto di aver assunto molte persone dell’industria dei videogiochi che volevano fare qualcosa di più incisivo.

Scott Likens ha affermato che le aziende di realtà virtuale dovrebbero utilizzare maggiori capacità analitiche per ottenere una migliore comprensione di quali elementi di progettazione funzionano meglio, per incoraggiare la collaborazione.

“Vuoi davvero sapere chi si è connesso e ha parlato per capire i modelli di movimento nell’ambiente”, ha detto. “Progettare il metaverso è difficile e ricostruire le impostazioni che avevamo nel mondo reale potrebbe non essere la scelta migliore”.

Tradotto e adattato da: TechRepublic

È uscito il nostro libro! 

Vuoi conoscere e comprendere il mondo NFT? Acquista il nostro libro su Amazon: incluso per il lettore ci sarà anche un NFT in omaggio!

compra-il-libro-siamo-tutti-non-fungibili

Seguici sui nostri social:

Le ultime news NFT

Vuoi una consulenza gratuita di 15 minuti per sviluppare un progetto NFT o Metaverso per la tua azienda?
Compila il form!

SCARICA GRATIS IL NOSTRO nuovo BUSINESS REPORT ESCLUSIVO

Scopri i 6 segreti per lanciare la tua azienda nel web 3.0. 

Contiene informazioni vitali che nessun Guru o agenzia di marketing “specializzata” in Metaverso ti riveleranno mai.